Cerca

L'apiario di Luca

Quando si prova a strappare una singola cosa nella natura, la troviamo attaccata al resto del mondo.

Un po’ di dolcezza non guasta

Oggi vi parlo un della smielatura, ovvero dell’estrazione del miele dai favi di cera.

Ci sono diversi modi (più o meno rudimentali) per estrarre il miele, ma il più comune al giorno d’oggi è il metodo che utilizza la forza centrifuga. Questo è il sistema che viene utilizzato maggiormente per il miele che troviamo in barattolo al supermercato, così come al mercatino locale. Vediamo come:

Continua a leggere…

Quando ti scappa uno sciame…

Questa primavera è stata un vero disastro in termini di sciamature.

Nonostante avessi acquistato 5 sciami con regine nate quest’anno (o almeno così mi è stato detto), hanno cercato tutte, nessuna esclusa, di sciamare durante la fioritura dell’acacia.

A nulla è servito trasferirle in arnie più spaziose (stringere troppo le famiglie può spesso indurle ad innescare il processo di sciamatura) e controllare la presenza di celle reali, limitatamente al tempo che avevo a disposizione. Ecco quindi il bilancio:

Continua a leggere…

Un nuovo sfizio… arnia Top Bar

Era da diverso tempo che sognavo di poter mettere le mani su un’arnia top bar.

Ricordo che ne sentii parlare per la prima volta al primissimo corso di apicoltura che frequentai nell’inverno del 2015. L’idea di lasciar costruire alle api i favi in totale libertà, disturbandole molto meno rispetto alle arnie convenzionali mi ha incuriosito fin da subito; quindi quest’anno, passato il periodo burrascoso di primavera, sono riuscito ad ordinarne una con finestrella da osservazione e a metterla subito in attività.

Continua a leggere…

Vespa velutina in Toscana

Forse alcuni di voi ricorderanno il post di qualche tempo fa in cui ho parlato della vespa velutina nell’ambito dei predatori/nemici dell’alveare.

Questo calabrone asiatico, particolarmente pericoloso per le nostre api mellifere (ma anche per l’uomo) è stato purtroppo rinvenuto (la notizia è stata confermata ieri 27 giugno 2017) anche in Toscana.

Continua a leggere…

Furti in apicoltura

Forse vi potrà sembrare strano, ma i furti esistono anche  nel mondo dell’apicoltura.

Lo so, verrebbe da pensare che bisogna essere dei pazzi per rubare un alveare con migliaia di api pronte a pungere, in realtà i furti in apicoltura sono purtroppo sempre più frequenti.

Continua a leggere…

Ultimato il restauro della fontana delle api a Roma

È stata inaugurato questo venerdì il termine dei lavori di restauro della Fontana delle Api, realizzata nel 1600 da Gian Lorenzo Bernini per conto di Papa Urbano VIII Barberini.

Come alcuni di voi ricorderanno,  nel febbraio del 2015 alcuni tifosi del Feyenoord commisero atti vandalici nei confronti della Fontana della Barcaccia, un triste episodio che sembra però aver dato seguito a reazioni positive su più fronti.

Continua a leggere…

Ispezioni nei campi di mais in Friuli Venezia Giulia

Purtroppo sempre più spesso giungono notizie di consistenti morìe di api, lamentate dagli apicoltori locali che (questa volta in Friuli Venezia Giulia) vedono i propri apiari spopolarsi con perdite che arrivano, nei casi più gravi, fino al 50%.

È infatti comparso pochi giorni fa sul Messaggero Veneto online la notizia di un’indagine aperta dalla Procura con l’ipotesi di disastro ambientale per alterazione dell’ecosistema.

Anche in questo caso le api si stanno rivelando un importantissimo bioindicatore, un po’ come il famoso canarino che veniva utilizzato nelle miniere. Vediamo perché…

Continua a leggere…

Bricolage con favi di cera d’api

Dovendo sistemare parecchi favi in eccesso, recuperati durante la rimozione di una grande colonia di api , ho pensato di realizzare una sorta di oggetto d’arredamento sfruttando proprio quello che mi era rimasto.

Anziché sciogliere tutto nella sceratrice, ho pensato di ripulire per bene questi favi, così ben realizzati dalle api, in modo da poterli conservare il più a lungo possibile.

Continua a leggere…

Diventare imprenditori agricoli, contributi sotto i 40 anni di età.

Quest’oggi informazione di servizio per tutti coloro che sono interessati ad aprire l’attività di imprenditore agricolo. L’apicoltura infatti viene comparata ad una normale attività di allevamento, per cui nel momento in cui si desidera diventare apicoltori professionisti, l’inquadramento va effettuato come imprenditore agricolo.

Con la manovra di bilancio i minori di 40 anni non ancora iscritti alla previdenza agricola possono usufruire di interessanti incentivi.

Continua a leggere…

Blog su WordPress.com.

Su ↑